Peperoncino piccante Capsicum pubescens

Fra le cinque specie di peperoncino più coltivate al mondo, la Capsicum pubescens è ritenuta la più antica. Le particolarità e le principali cultivar appartenenti a questa specie, dalle curiose foglie ricoperte di peluria, sono ampiamente descritte in questa guida.

Origine del Capsicum pubescens

La specie di peperoncino proviene Capsicum pubescens dall’America centrale e meridionale, ed il termine latino pubescens indica la peluria caratteristica che ne ricopre le foglie. Tipicamente, questo peperoncino è conosciuto come rocoto o locoto ed essendo in grado di vivere per diversi anni, la pianta è detta talvolta “albero del peperoncino”.

Di tutte le specie “addomesticate” di peperoncino, il Capsicum pubescens è senza dubbio la meno diffusa, e anche quella che a livello sistematico e biologico è meno affine alle altre. Ad esempio, a differenza di altre specie di peperoncino, il Capsicum pubescens è in grado di sopportare temperature più rigide e quindi di diffondersi anche in zone del pianeta dal clima temperato. Anche nelle aree montane il C. pubescens cresce senza troppi problemi, arrivando sino ai 1500-2800 metri di quota.

Peperoncino Capsicum pubescens

Caratteristiche e varietà del Capsicum pubescens

Analogamente alle altre specie di peperoncino, il Capsicum pubescens cresce in cespugli, anche se talvolta è in grado di svilupparsi in forma rampicante. Piuttosto longeva (sino a 15 anni di vita) e voluminosa (dimensioni anche di 4 metri), talvolta questa specie assomiglia spesso più ad un vero e proprio alberello, piuttosto che ad un cespuglio. I fiori sono portati singolarmente o a coppie, più raramente in gruppi di tre o quattro; i petali sono di colore blu-violetto, in parte o del tutto.

Capsicum pubescens Rocoto

Quella di gran lunga più diffusa tra le varietà del Capsicum pubescens è la Rocoto, che praticamente è l’unica oggetto di una coltivazione intensiva. Si ritiene che la Rocoto accompagni la storia dell’uomo da ben cinquemila anni, e questo peperoncino è molto popolare nell’America latina e in particolare in Perù e Bolivia. I suoi frutti sono di forma tondeggiante-cubica, di colore rosso intenso e contengono dei semini neri.

Gli utilizzi culinari di questa varietà sono numerosi, ad esempio come ingrediente di salse, insalate o ripieni. Il Rocoto si può mangiare anche crudo, e il suo grado di piccantezza è di 50.000-250.000 gradi Scoville (SHU). Esistono peperoncini Rocoto gialli e rossi, e questi ultimi sono i più piccanti in assoluto.

Rocoto Red

Potere Piccante: 5 (30.000 – 50.000 SHU)

Il Rocoto Red viene chiamato anche “manzano”, che in spagnolo vuol dire “mela”, per via della forma dei suoi frutti, che passano dal verde al rosso in fase di maturazione e sono caratterizzati da semi dall’insolito colore nero.

Rocoto Brown

Potere Piccante: 5 (30.000 – 50.000 SHU)

Il Rocoto Brown è una varietà di Capsicum pubescens scoperta quasi per caso in un mercato delle Ande, è una varietà molto rara con fiori violacei e frutti marroni con i caratteristici semi neri.

Rocoto Orange

Potere Piccante: 5 (30.000 – 50.000 SHU)

Questa varietà, detta Rocoto Orange, proveniente dalla Cordigliera delle Ande, in Perù, è una pianta con fiori viola e foglie pelose che dà frutti il cui sapore fruttato e dolce ricorda quello dell’albicocca e il cui colore, quando maturi, è un bel arancione brillante.

Rocoto (Canario) Yellow

Potere Piccante: 5 (30.000 – 50.000 SHU)

Questa varietà di Rocoto, proveniente dalla Cordigliera delle Ande, in Perù, è una pianta con fiori viola e foglie pelose che dà frutti il cui sapore fruttato e dolce ricorda quello dell’albicocca e il cui colore, quando maturi, è un bel giallo dorato e intenso.

Rocoto Aji Largo

Potere Piccante: 8 (Circa 150.000 SHU)

Il Rocoto Aji Largo proviene da Loja, in Ecuador. Questa varietà precoce è molto produttiva e dà frutti molto piccanti caratterizzati da una forma allungata e appuntita come quella degli Aji, con semi del caratteristico colore nero.

Rocoto Guatemalan Orange

Potere Piccante: 8

Come dice anche il nome, il Rocoto Guatemalan Orange proviene dal Guatemala e dà frutti medi, molto succosi e piccanti, di un bel colore giallo/arancione.

Rocoto Costa Rican Yellow

Potere Piccante: 8

Anche in questo caso il nome Rocoto Costa Rican Yellow spiega subito che esso proviene dal Costa Rica; è una tipologia molto produttiva che dà frutti molto piccanti, non molto grandi che maturano con un bel colore giallo intenso.  

Rocoto Costa Rican Red

Potere Piccante: 8

Proveniente anch’esso dalla Costa Rica, il Rocoto Costa Rican Red è una tipologia molto produttiva che dà frutti molto piccanti, non molto grandi che maturano con un bel colore rosso vivo.  

Rocoto Ecuadorian Red

Potere Piccante: 8

Proveniente dall’Ecuador, il Rocoto Ecuadorian Red dà frutti medi, molto succosi e piccanti, che maturano con un bel color rosso vivo.

Rocoto Peron Rojo

Potere Piccante: 8

Il Rocoto Peron Rojo è una pianta estremamente produttiva che dà frutti medio/grandi, con la polpa spessa e molto piccanti. Il colore di maturazione è rosso.

Rocoto Cuencano

Potere Piccante: 8

Proveniente dall’Ecuador, il Rocoto Cuencano dà frutti medi, molto succosi e piccanti e caratterizzati da un sapore molto aromatico, che maturano con un bel color rosso vivo.

Rocoto Rio Huallaga Orange

Potere Piccante: 8

Pianta estremamente produttiva quella del Rocoto Rio Huallaga Orange, che dà frutti medio/grandi, con la polpa spessa e molto piccanti. Il colore in maturazione è un bel arancione brillante.

Rocoto San Isidro

Potere Piccante: 8

Proveniente da La Palma, il Rocoto San Isidro è una varietà piuttosto rara che prende il suo nome dalla città in cui un sacerdote l’ha coltivata. È caratterizzata da fiori luminosi e di colore praticamente bianco con venature viola molto insoliti per un Rocoto, e frutti allungati che maturano in rosso.

Capsicum pubescens Chile de Seda

Un’altra varietà abbastanza diffusa di Capsicum pubescens è il Chile de Seda, un peperoncino dalla forma allungata e di colore giallo, la cui piccantezza è intorno ai 15.000-50.000 SHU.

Esistono anche altre varietà di Capsicum pubescens che, tuttavia, rimangono confinate alla crescita in natura e non sono oggetto di coltivazione da parte dell’uomo. A causa della progressiva distruzione degli habitat naturali, e del sostanziale disinteresse nei confronti della loro coltivazione a scopi commerciali, alcune varietà spontanee di Capsicum pubescens sono ritenute in pericolo.

Una risposta

  1. samuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.